arnica montana – fitoterapia

Posted on

30 June 2011 | 8:11 pm

L’arnica montana fa parte della famiglia delle Asteracee e al genere Arnica.L’arnica montana è un’erba medicinale ghiandolosa, perenne, che presenta un fusto eretto e abbastanza robusto, che può arrivare fino a sessanta centimetri di altezza, con dei fiori caratterizzati da un tipico colore giallo e da una forma che può ricordare quella delle margherite.In questa pianta si possono trovare due tipologie di foglie: quelle basali e quelle cauline, con queste ultime che non sono sempre presenti ed entrambe sono sempreverdi; i fiori si sviluppano nel periodo compreso tra giugno ed agosto.L’arnica montana è endemica nel vecchio continente, in Scandinavia, nella Penisola Iberica e nei Carpazi, mentre non si trova nelle Isole Britanniche ed è abbastanza rara in Italia.Si tratta di una pianta che si sviluppa sui terreni poveri e silicei, soprattutto in zone montane comprese tra 500 e 2500 metri di altitudine, mentre è assente nelle pianure.
arnica montana

arnica montana 2 All’interno dell’arnica montana possiamo trovare i seguenti principi attivi: flavonoidi, carotenoidi, lattoni sesquiterpenici, elenalina, olio essenziale, timolo, acidi grassi, astragalina, cumarine, scopoletina, polisaccaridi e acidi fenoli.

Le attività principali che l’arnica montana è in grado di svolgere si riferiscono alle azioni antinfiammatorie, antimicrobiche, antinevralgiche e antiecchimotiche.

  • Compresse arnica

    compresse arnica La pianta di arnica viene utilizzata in campo omeopatico sopratutto per merito delle sue notevoli proprietà antinfiammatorie, ma anche analgesiche e antiecchimotiche.L’arnica viene impiegata per la …

  • Arnica montana

    arnica montana Questa pianta medicinale fa parte della grande famiglia delle Asteracee si caratterizza per avere un fusto tipicamente eretto e dei tipici fiori gialli, con un tradizionale odore aromatico.Si tratta…

  • Elicriso

    elicriso L’elicriso, il cui nome scientifico è “Helichrysum italicum L.”, fa parte della famiglia delle Asteracee (Composite).Si tratta di una pianta arbustiva che proviene dalla zona meridionale del vecchio…

  • angelica

    angelica L’angelica è una pianta erbacea perenne o biennale che può arrivare anche a due metri di altezza ed è notoriamente molto diffusa nel continente europeo, soprattutto nella parte nord orientale .In It…

Alla pianta di arnica montana vengono assegnate diverse proprietà benefiche e curative, soprattutto dal punto di vista antinfiammatorio, analgesico e antiecchimotiche.

L’utilizzo più tradizionale della pianta di arnica montana è indubbiamente riferito alle ecchimosi che si verificano dopo delle particolari contusioni e distorsioni, in maniera tale da poter svolgere un’azione stimolante della parte contusa.Un altro effetto che viene impiegato spesso nel trattamento delle forme reumatiche è rappresentato dall’iperemia, accompagnata da un senso di calore in seguito alla sua applicazione.L’arnica omeopatica viene considerata benefica anche sull’artrite postraumatica, sulle malattie di natura neurologica e sulla depressione.Per tutte quelle mamme che stanno attraversando la fase di gestazione, l’arnica omeopatica è in grado di diminuire i dolori, semplificare il parto e ridurre le perdite ematiche.L’arnica montana è un ottimo rimedio nei confronti dei traumi di natura fisica e psichica, derivanti da ogni possibile origine, ma anche delle emorragie, della fragilità capillare, delle lombalgie, delle lombosciatalgie acute.Inoltre, il medico omeopata potrebbe consigliarne l’uso, in molti casi, quando ci sono dei disturbi aggravati dal contatto e dall’immobilità, che invece migliorano stando a riposo o in una posizione sdraiata.

Nel caso in cui vi venga prescritta la tintura madre di arnica montana, sarà sufficiente versare, in una quantità d’acqua davvero molto ridotta, il numero di gocce prestabilito.

Nel momento in cui vi trovaste a dover usare i granuli o i globuli, è importante evitare il contatto con le mani, dato che il principi attivo che si trova all’interno del prodotto è presente proprio in superficie.Le dosi correte, di solito, sono 3-5 granuli per volta, da assumere in via sublinguale, lasciandoli poi sciogliere piuttosto lentamente, evitando di masticarli e di inghiottirli.In entrambi i casi (sia con la tintura madre che con i globuli/granuli) è importante che l’assunzione avvenga almeno una o due ore prima dei pasti; inoltre, è davvero consigliato evitare l’assunzione o l’utilizzo di prodotti a base di menta o di altre sostanze aromatiche nel periodo di cura con l’arnica montana.E’ importante conservare il prodotto in un luogo secco e al riparo da ogni possibile sbalzo di temperatura e limitare l’uso di sigarette, caffè e alcol nel corso del trattamento a base di arnica montana.Ovviamente, prima di intraprendere una cura a base di qualsiasi prodotto omeopatico, è sempre fondamentale chiedere consiglio ad un medico specializzato.

In commercio possiamo trovare un gran numero di prodotti che sfruttano le proprietà benefiche dell’arnica montana.

Prima ancora che nel settore omeopatico, l’arnica montana può vantare un larghissimo utilizzo sia nella medicina popolare, sia all’interno della fitoterapia, essenzialmente sotto forma di tinture, creme ed infusioni per uso esterno, che venivano utilizzate per trattamenti contro le contusioni e dei dolori articolari di varia natura.In omeopatia l’arnica montana viene impiegata, anche come pomata per supportare l’azione della più comune terapia orale, per ogni forma algica che segue un trauma di qualsiasi natura ed origine e si può utilizzare sia nelle fasi più acute, sia in quelle che risultano invece più cronicizzate, riuscendo a svolgere un’azione antidolorifica e antinfiammatoria.Ecco spiegato il motivo per cui l’impiego dell’arnica montana viene consigliato nei casi di contusioni, distorsioni, fratture, indolenzimenti, debolezza generale e lesioni di diversa natura.E’ un ottimo rimedio a livello preventivo anche per tutti gli atleti a livello professionistico, dato che esercita un’efficace azione vasocostrittrice, permettendo di rendere più rapidi i tempi di guarigione.L’arnica montana, come qualsiasi altro prodotto omeopatico, si può trovare in commercio in diverse forme: quelle più impiegate sono indubbiamente la tintura madre e le diverse diluizioni decimali, i granuli o i globuli con le diverse diluizioni centesimali e la pomata.


Alphakey