centaurea – fitoterapia

Posted on

19 July 2011 | 1:24 pm

La centaurea un genere che comprende al suo interno pi di trecento specie di piante erbacee annuali e perenni che provengono dal vecchio continente, ma anche dall’Asia e dall’America settentrionale.Si tratta di piante che sono caratterizzate da foglie alterne che, nella maggior parte dei casi, presentano una colorazione verde brillante, mentre in alcune specie sono grige-argento, in qualche caso ricoperte anche da una peluria biancastra.I fiori, nella maggior parte dei casi, sbocciano su degli steli estremamente lunghi, con la particolare caratteristica di avere i fiori interni fertili, mentre quelli esterni sono sterili.I fiori presentano diverse colorazioni, tra cui rosa, viola, blu e bianchi, che possono variare in base alla specie che viene presa in considerazione.
centaurea

centaurea2 La pianta di centaurea si caratterizza per prediligere le posizioni che si trovano direttamente al sole.

Le piante perenni hanno la particolare caratteristica di non soffrire il freddo invernale, tranne in alcune situazioni, in cui si consiglia di porle a dimora in giardino.Per quanto riguarda l’operazione di annaffiatura, questo tipo di piante hanno bisogno di ricevere una discreta quantit d’acqua, fornita in modo regolare e frequente, facendo sempre la massima attenzione all’asciugatura completa del terreno tra un’annaffiatura e quella successiva.Chi si occupa della coltivazione di questa pianta, deve fornire del concime per piante circa ogni due settimane, mescolando insieme all’acqua che caratterizzer le annaffiature.Per quanto concerne il terreno, la pianta della centaurea si caratterizza per crescere senza particolari problemi in ogni tipologia di terreno da giardino, prediligendo ad ogni modo i terreni fertili ed anche quelli sciolti, che sono estremamente ricchi di materia organica.Nella maggior parte dei casi la moltiplicazione di queste piante avviene per seme, dato che sia le piante annuali che quelle sempreverdi hanno la caratteristica di poter essere seminate senza particolari problemi anche all’inizio della stagione primaverile direttamente a dimora.Per fare in modo di ricavare una fioritura migliore, di estrema importanza seminare i fiordalisi alla fine della stagione estiva o in quella autunnale, in semenzaio, che deve essere conservata protetta per tutto il corso della stagione invernale.

  • Erica

    erica carnea LErica una pianta perenne sempreverde che ha origine nellEuropa occidentale e mediterranea ed in Africa, ha dei fiori molto belli che variano a seconda della specie, per questo spesso viene utiliz…

  • Ardisia

    ardisia crenata bacche Lardisia un arbusto sempreverde originario della Cina e dellIndia Orientale. Nelle zone di origine assomiglia ad un vero e proprio albero con foglie di colore verde piuttosto che crescono in modo…

  • Ellebori

    helleborus niger Gli ellebori sono piante perenni rizomatose della famiglia delle ranuncolaceae. Ne esistono una trentina di specie, fra cui la pi famosa la rosa di Natale o Helleborus Niger. Originari dei paesi me…

  • Achillea millefolium

    pianta di achillea millefolium Fra le piante perenni, lachillea millefolium conosciuta fin dallantichit. Le sue propriet come erba medicinale risalgono alla preistoria, ma si trovano sue notizie anche in Cina, dove, 2000 anni…

Si tratta di una pianta al cui interno possiamo trovare diverse componenti fondamentali, tra cui i principi amari, flavonoidi, fitosteroli, acidi grassi ed acidi fenolici, steroli, alfa-amarina, beta-amarina, acido oleanolico, fitosteroli, sostanze alcaloidee, triterpeni.

Tra le principali propriet che vengono ricondotte alla pianta di Centaurea, troviamo sopratutto un’attivit tonica, amara, stomachica, oltre ad essere estremamente utile nelle dispepsie atoniche.

Si tratta di una pianta che si utilizza come amaro tonico per fare in modo di riattivare la funzione e la motilit digestiva, ma riesce anche a svolgere un’azione stimolante sull’appetito, oltre a garantire un effetto stimolante anche sull’attivit epatica, sulla secrezione gastrica e sulla mobilit dello stomaco.Inoltre, la pianta di centaurea si caratterizza per essere febbrifuga, estremamente utile anche contro il virus dell’influenza, oltre a svolgere un’azione (piuttosto blanda bisogna dire) purgativa e riesce a garantire un ottimo supporto nei casi di sciatica e gotta.Inoltre, tra le principali propriet troviamo anche quella antinfiammatoria e antiartritica, oltre a quelle analgesiche e antipiretiche.Si tratta di una pianta che risulta molto utile anche nella itterizia, per fare in modo di semplificare la rimozione della bile, oltre che per riattivare la secrezione e la motilit delle vie digestive, soprattutto per contrastare difficolt digestive, meteorismo, inappetenza.Le sostanze amare hanno la particolare caratteristica, invece, di provocare, con un semplice contatto della mucosa orale, una stimolazione che va ad incidere sui recettori gustativi che si trovano nella lingua.Gli amari, nella maggior parte dei casi, incrementano la quantit del succo gastrico, ma riescono anche a stimolare le funzioni digestive e migliorano la digestione delle sostanze che vengono ingerite all’interno del corpo umano.

La centaurea deve essere, per forza di cose, somministrata esattamente come gli altri amari e, per tale motivo, deve essere assunta almeno trenta minuti prima dei pasti, per poi essere sorseggiante in modo piuttosto lento, in maniera tale ad consentire un ottimo sviluppo dell’azione riflessa, mediante la stimolazione dei recettori gustativi.

La centaurea non presenta la medesima efficacia nel caso in cui venga somministrata in polvere o in pillole o anche in compresse, dato che verrebbe bloccato il contatto con la mucosa orale.E’ meglio non utilizzare la centaurea in tutti quei casi sono presenti delle irritazioni delle vie digestive, ma anche nei casi in cui si verificano vomito e diarrea, cos come se c’ l’ulcera gastroduodenale o gastrite ipersecrettiva.

Alphakey