fagiolo – fitoterapia

Posted on

22 July 2011 | 3:25 pm

Il fagiolo una pianta annuale originaria dellAmerica Centrale ( Colombia e Per), introdotta in Europa a partire dal 1500. Appartiene allordine delle leguminose e alla famiglia delle Papillonacee per via della forma dei fiori che sono riuniti a grappoli. Il fagiolo annovera diverse variet, ma la pi diffusa relativa al fagiolo comune, cio quella variet molto usata nella dieta mediterranea. Il nome botanico del fagiolo suddetto Phaseolus vulgaris. Questa pianta pu essere nana o rampicante, in tal caso per crescere ha bisogno di sostegni. Le foglie si presentano con delle forme semplici, altre possono avere forme particolari a trifoglio o a cuore. La caratteristica principale del fagiolo il frutto, cio il legume di varia forma e colore che si utilizza per preparare zuppe e minestre. Questo contenuto in un baccello che pu essere secco e facilmente apribile o duro e carnoso, tipico delle variet mangiatutto dove si consuma il frutto assieme al baccello, il caso del notissimo fagiolino. I frutti del fagiolo possono avere dimensioni e colori variabili, dal bianco, al rosa, al nero, con dimensioni che possono raggiungere anche gli 800 mg per singolo legume. Il fagiolo una pianta che secca a basse temperature e che richiede climi temperati. Si coltiva preferibilmente nei mesi estivi, su terreni ben drenati e fertili che non devono essere calcarei perch questi ultimi determinano lindurimento del frutto e la difficolt di cuocerlo. Ma oltre che in cucina, il fagiolo viene anche usato in fitoterapia per via delle sue benefiche propriet. La parte usata il baccello.

fagiolo2

fagiolo1 Il fagiolo contiene importanti principi attivi come aminoacidi, sostanze simili allinsulina, flavonoidi, vitamina C, sali minerali e lecitine. Altre sostanze attive sono la tirosina, la lisina e il triptofano. I principali effetti del fagiolo riguardano la stimolazione della diuresi e il controllo della glicemia. Gli estratti di questa pianta, infatti, danno vita a dei rimedi omeopatici ed erboristici indicati in caso di controllo del peso, dimagrimento, trattamento anticellulite e controllo della glicemia. Lattivit ipoglicemizzante del fagiolo si deve alla presenza di una sostanza vegetale detta glucochinina che ha un effetto simile allinsulina. Lattivit diuretica della pianta utile per prevenire disturbi come i calcoli renali e per evitare altre patologie dovute ad accumulo nellorganismo di sostanze di scarto come lurea. Gli effetti ipoglicemizzanti sono leggeri , cos come quelli diuretici, ma comunque utili a coadiuvare e prevenire certi fastidi. I principi attivi del fagiolo hanno anche leffetto di stimolare il metabolismo, grazie alla presenza della tirosina che un precursore degli ormoni tiroidei secreti dalla ghiandola tiroide organo fondamentale per il corretto funzionamento del metabolismo corporeo. Il baccello del fagiolo, inoltre, grazie alle fibre in esso contenute ha leffetto di favorire il transito intestinale e di incrementare il senso di saziet. Ecco perch un ottimo alleato nelle diete dimagranti. Gli estratti a base di fagiolo sono controindicati in chi soffre di stipsi., in chi assume ormoni tiroidei, in gravidanza e in chi ha problemi di ulcera gastroduodenale.

  • Malva

    malva La malva, il cui nome scientifico Malva sylvestris, una pianta erbacea cespugliosa appartenente alla famiglia delle Malvacee. E coltivata come pianta ornamentale e per le sue straordinarie propri…

  • Serenoa repens

    serenoarepens1 La Serenoa repens, conosciuta comunemente come Palmetto della Florida, una palma nana che cresce prevalentemente nel Sud Est degli Stati Uniti. Appartiene alla famiglia delle Palmaceae e raggiunge a…

  • Sorbo

    sorbo1 Il sorbo, detto anche sorbo domestico o Sorbus domestica un albero da frutto che cresce in Asia Minore, Spagna ed Europa Meridionale. Appartiene alla famiglia delle Rosacee ed in Italia cresce su t…

  • Timo

    timo1 Il timo un piccolo arbusto aromatico che cresce praticamente in tutto il mondo. In Italia lo si pu trovare ovunque, sia coltivato che come pianta spontanea. Dalla pianura e fino ad altitudini di 80…

Il baccello di fagiolo come rimedio omeopatico ed erboristico viene usato sotto forma di tintura madre, capsule, tavolette, tisana e polvere. Il dosaggio consigliato del fagiolo in polvere di 600, 1200 mg al giorno, da assumere in dosi da 400 mg alla volta. La tisana di fagiolo si assume tra i pasti ricchi di farinacei, per due, tre volte al giorno. La polvere macerata a freddo prevede una dose ideale di 2,5 grammi ogni otto, dodici ore. La tintura madre preparata con il seme di fagiolo essiccato in soluzione idroalcolica al 65%, prevede un dosaggio di un certo numero di gocce su prescrizione medica per tre volte al giorno. Le tavolette e le capsule sono a base di baccello di fagiolo miscelato anche con i principi attivi di altri vegetali, come il gambo di ananas. Questi prodotti si usano nelle diete dimagranti, in caso di cellulite, nelleccesso di peso e nella prevenzione dei calcoli renali. La dose consigliata di 2 capsule circa dieci, quindici minuti prima dei pasti principali. Lassunzione di prodotti a base di baccello di fagiolo va effettuata per periodi strettamente limitati e sempre sotto adeguato consiglio medico.

I fagioli e i fagiolini si comprano in grande quantit nei mercati e nei supermercati. I rimedi erboristici a base degli estratti della loro pianta si comprano nelle farmacie, erboristerie, parafarmacie e nei siti di e-commerce. Alcuni di questi siti fanno capo ad aziende produttrici con nomi noti e molto conosciuti, ma lacquisto sia online che in negozio va sempre pianificato dopo aver sentito il parere del medico. Una confezione di sessanta capsule a base di baccello di fagiolo costa intorno ai 9,50 euro. Il prezzo uguale in quasi tutti i canali di vendita. Ma bisogna sempre richiedere il prodotto a base di estratti puri per evitare danni alla salute e ottenere benefici tangibili.

Guarda il Video



Alphakey