Infuso di rosa canina – infusi

Posted on

30 September 2011 | 10:30 am

Per realizzare un ottimo infuso a base di fiori di rosa canina, dobbiamo precedentemente provvedere all’essiccazione dei frutti, in maniera tale da mantenerli poi all’interno di un ambiente asciutto, rinchiusi in contenitori di vetro.Possiamo preparare l’infuso dopo aver schiacciato i fiori all’interno di un mortaio, servendosi di un buon pestello: ovviamente la quantit sar a nostra discrezione, ma ricordiamo sempre di non eccedere le dosi consigliate dal medico o dall’erborista.Nel caso in cui non si volesse perdere tempo ad utilizzare il mortaio e frantumare i frutti di rosa canina, possiamo sempre recarci presso l’erborista.Ad ogni modo, successivamente possiamo inserirli all’interno di una tazza riempita con acqua bollente: lasciamo infusione per alcuni minuti, filtriamo e poi possiamo tranquillamente berla.Si consiglia di non eccedere un dosaggio pari ad una tazza per tre volte al giorno.Gli infusi a base di frutti di rosa canina sono particolarmente consigliati nel momento si ha la necessit di garantire un’attivit di prevenzione e di cura nei confronti degli stati influenzali.Per una lotta preventiva nei confronti delle allergie possiamo preparare anche un ottimo infuso a base di t verde, rosa canina e rosmarino.Gli ingredienti che ci serviranno sono 250 ml di acqua, una bustina di t verde, diverse bacche di rosa canine essiccate e pochi aghi di rosmarino e, infine, un pizzico di miele, che si potr aggiungere al termine della preparazione per rendere pi dolce l’infuso.Facciamo bollire l’acqua e poi mettiamo in infusione le erbe all’interno della tazza per pochi minuti: eseguiamo il filtraggio per eliminare dei pezzettini di rosa canina o rosmarino che sono rimasti all’interno della tazza e poi possiamo bere l’infuso, quando ancora caldo.
infuso di rosa canina

infuso rosa canina Dal momento che la rosa canina pu vantare un elevato quantitativo di acido ascorbico al suo interno, ovvero un’elevata concentrazione di vitamina C, si pu utilmente impiegare per contrastare tutte quelle infezioni che vanno a colpire le vie respiratorie, come ad esempio disturbi alle orecchie, raffreddori o mal di gola.

Infatti, la rosa canina in grado di svolgere un’azione rinforzante delle difese immunitarie del corpo umano.Ecco spiegato il motivo per cui si pu assumere sopratutto per lo svolgimento di un’attivit immunostimolante e di prevenzione nei confronti di stati influenzali e raffreddori, in particolar modo per quanto riguarda la protezione dei bambini.Non dobbiamo dimenticare come la rosa canina possa vantare anche un’ottima azione antinfiammatoria e antiallergica.Inoltre, in base a quanto riportato all’interno di una ricerca di carattere scientifico eseguita dal premio Nobel Linus Pauling e da altri scienziati americani, la rosa canina, nel momento in cui viene assunta in dosaggi particolarmente elevati, sarebbe in grado di svolgere un’azione prettamente preventiva nei confronti della crescita del cancro.Infine, sono proprio i cinorrodonti, ovvero i pi importanti principi attivi presenti all’interno dei fiori di rosa canina, ad avere notevoli propriet astringenti e diuretiche, dato riescono a stimolare efficacemente la rimozione delle tossine attraverso l’urina.La rosa canina riesce anche a garantire un’azione tipicamente antiallergica, dato che riesce a stimolare efficacemente le difese immunitarie e l’apparato respiratorio: in particolar modo, presenta una potente azione farmacologica all’interno delle forme peggiori di flogosi, sopratutto quelle che vanno a colpire anche le mucose.

  • Rosa canina

    rosa canina La rosa canina un arbusto spinoso perenne originario dellEuropa e dellAsia occidentale. La rosa canina si trova soprattutto nelle zone collinari e montane di tutta Europa, dove pu raggiungere un…

  • Rosa selvatica

    Rosa selvatica La rosa selvatica, o rosa canina, una pianta officinale estremamente diffusa in fitoterapia e dai variegati impieghi, ma anche presente in moltissimi giardini come elemento decorativo. La rosa canin…

rosa canina Per realizzare un ottimo infuso a base di rosa canina, dovremo predisporre le normali operazioni come se si stesse preparando un th.

Per prima cosa, quindi, dovremo far bollire l’acqua, per poi spegnere il fuoco e versarla all’interno di una tazza, in cui aggiungere i fruttini.Lasciamo che trascorrano almeno cinque minuti di infusione e poi si potr bere, magari con l’aggiunta di un pizzico di miele per dolcificare il tutto.Nel caso in cui, al contrario, si vogliano utilizzare i fiori di rosa canina, allora le operazioni diventano leggermente pi difficili.In pratica, nel caso in cui voleste raccogliere i fiori di rosa canina manualmente, preferibile aspettare la stagione invernale, per il semplice fatto che i frutti migliori si possono raccogliere nel mese di gennaio, dopo che si sono verificate le prime gelate.La fase successiva consister nell’incisione delle bacche, per fare in modi di rimuovere ogni tipo di filamento, servendosi anche di continui lavaggi con l’acqua fredda.Successivamente si potranno inserire i fruttini (che paiono dei semi) proprio sulla leccarda del forno: lo regoliamo ad una temperatura pari ad almeno cento gradi e poi lasciamo seccare per circa quattro ore.

infuso rosa canina Per quanto riguarda le diverse preparazioni di rosa canina, si consiglia di evitarne l’uso quando si soffre di stipsi, mentre se si seguono le dosi indicate dal farmacista, erborista o medico non presenta alcun tipo di effetto collaterale: ovviamente, anche in questo caso, si consiglia di non eccedere con i quantitativi di rosa canina da inserire all’interno dell’infuso.

Guarda il Video



Alphakey