olivo bonsai – ulivo

Posted on

2 May 2012 | 12:22 pm

L’olivo bonsai si caratterizza per far parte della categoria delle sempreverdi e per provenire da tutte quelle zone che rientrano nel bacino del Mediterraneo.Tra le principali caratteristiche di questa pianta troviamo sopratutto il fatto che le foglie, dalla dimensione ovviamente molto limitata, presentano una forma tipicamente ovale e allungata, con una colorazione che tende spesso al grigio e al verde.In natura questa pianta può arrivare a crescere fino ad un’altezza paria a 10-15 metri e si caratterizza per vivere molto a lungo.Nel corso della stagione primaverile, la pianta di olivo bonsai può contare un gran numero di specie che hanno la particolare caratteristica di diffondere dei fiorelli minuscoli dalla tipica colorazione biancastra e, in un momento successivo, rilasciano anche dei frutti verdi che, dopo essere giunti a maturazione, acquisiscono una tipica colorazione nera.La pianta dell’olivo bonsai non è certamente una delle più consigliate da coltivare, appunto, come bonsai, anche se in alcuni casi bisogna riconoscere come sia possibile sviluppare degli esemplari molto belli.
olivo bonsai

olivo bonsai2Dando uno sguardo alle potature, non dobbiamo dimenticare come si tratti di un’operazione che si può tranquillamente portare a termine nel momento in cui ha inizio la stagione primaverile o quella autunnale: l’obiettivo è quello di fare in modo che non si vadano a potare dei rami su cui si sono già sviluppati dei fiori o dei frutti.

Ad ogni modo, la cimatura dei germoglia della pianta di olivo bonsai deve avvenire per tutto il corso della primavera, ma deve continuare anche durante l’estate, conservando almeno due o tre paia di foglie.Per quanto concerne, invece, le legature con il filo metallico, si tratta di un’operazione che si può portare a termine senza alcun problema lungo tutto il corso dell’anno.Spostando la nostra attenzione sull’esposizione della pianta di olivo bonsai, dobbiamo certamente evidenziare come il suo sviluppo venga favorito da una collocazione in un luogo battuto frequentemente dai raggi solari e, preferibilmente, con una buona ventilazione.Quando parliamo dell’olivo bonsai, ricordatelo, lo si deve considerare come una pianta rustica e, per tale ragione, è in grado anche di resistere a temperature che scendono vicino alla soglia dello zero termico.Tra gli altri consigli che riguardano l’esposizione di una pianta come l’olivo bonsai, dobbiamo senz’altro rimarcare che, nel corso della stagione invernale, tutto ciò che si dovrà fare è conservarla in una zona il più possibile riparata rispetto alle rigide temperature invernali e, in modo particolare, nei confronti delle gelate (che possono rappresentare un vero e proprio pericolo per la salute della pianta).Ecco spiegato il motivo per cui, nella maggior parte dei casi, si suggerisce di porre questa pianta bonsai, durante la stagione invernale, all’interno di una serra fredda e ricoprirla servendosi di un telo realizzato in tessuto-non tessuto.

  • Bonsai Olivo

    Il bonsai olivo Il bonsai olivo è un albero originario della Caucasia, zona ubicata tra l’Asia e l’Europa, e fa parte della grande famiglia delle Oleaceae.Questa pianta può essere posta sia all’interno che anche este…

  • Potatura olivo

    olivo La potatura dell’olivo è una delle pratiche colturali maggiormente attuate dagli agricoltori per aumentare la produzione dei frutti. L’olivo è una pianta arborea coltivabile originaria delle zone med…

  • innesto olivo

    innestolivo2 L’innesto, specie per l’olivo, consente delle ottime possibilità di attecchimento e una buona qualità di produzione. L’olivo, infatti, non riesce a riprodursi bene per seme, dando per lo più vita a va…

  • olivo concimazione

    olivo concimazione L’olivo concimazione rappresenta una fase in cui vengono incrementate le sostanze nutritive apportate alla pianta e si procede anche la mobilizzazione di tutte quelle componenti che si trovano all’int…

Per quanto riguarda le annaffiature, dobbiamo ricordare come questa specie di olivo si caratterizza per crescere molto bene all’interno di tutte quelle zone che sono caratterizzate da un clima tipicamente secco: in realtà, però, si tratta di una pianta che deve essere irrigata con delle annaffiature abbondanti e, per tale ragione, è necessario prestare sempre la massima attenzione.

Il consiglio è quello di provvedere ad annaffiare la pianta di olivo bonsai con delle annaffiature copiose e frequenti, aspettando però sempre che il terreno si sia asciugato completamente tra una annaffiature e quella successiva.Una volta che si tiene a mente questa operazione, si può anche ricordare che, insieme all’acqua delle annaffiature, è opportuno aggiungere anche del concime per piante bonsai, ad intervalli di circa 15-20 giorni, nel periodo compreso tra il mese di maggio e quello di settembre.Per quanto riguarda il terreno, dobbiamo ricordare come la pianta dell’olivo bonsai si caratterizza per non richiedere dei terreni particolari, ma l’unico requisito è che abbia sempre un ottimo drenaggio, in modo tale che si possa evitare la formazione di pericolosi ristagni idrici.

La pianta di olivo bonsai si può moltiplicare mediante la semina dei noccioli che sono contenuti nei frutti che si deve effettuare nel corso della stagione estiva, mentre il rinvaso delle piantine è un’operazione che deve essere eseguita nel corso dell’ano successiva alla semina, durante la stagione primaverile.

C’è la possibilità anche di moltiplicare la pianta di olivo bonsai mediante le talee durante la stagione primaverile: in questi casi, tutto ciò che si dovrà fare è mischiare un po’ di sabbia e torba (in parti uguali ovviamente) e poi conservarli in umido fino al momento in cui la radicazione si completa.Per quanto riguarda i parassiti e le malattie è necessario sottolineare come l’olivo bonsai si caratterizza per non sopportare il marciume radicale che si può venire a creare nel momento in cui il terreno del vaso viene conservato con un livello di umidità troppo alto, mentre è raro che questa specie venga colpita da parassiti o diverse malattie.

Guarda il Video



Alphakey

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *