Pieris – Pieris japonica – Piante da Giardino

Posted on

5 August 2010 | 8:31 pm

Il pieris un arbusto sempreverde di origini asiatiche con una diffusione endemica sia in Giappone che in Cina . Il portamento di questo arbusto eretto tendenzialmente tondeggiante con una crescita decisamente lenta . Il pieris non superer mai l’altezza massima di centonovanta centimetri in altezza . Il suo fusto tende ad assumere un colore scuro formato da una corteccia alquanto decorativa . Inoltre esso risulta particolarmente ricco di rami . La sua chioma appare fitta e tendenzialmente disordinata . Il pieris ha delle foglie ovaloidi ed allungate . La loro lunghezza pu arrivare , infatti , fino a sei centimetri . Esse sono di colore verde brillate ed appaiono particolarmente lucide . Le foglie di nuova formazione sono , invece , di colore rosso , spuntano sulla sommit dei rami e formano delle spirali . Per ci che riguarda i fiori essi sono di piccole dimensioni con la loro tipica forma a campanula e ragruppati in tanti grappoli penduli tendenzialmente di colore bianco ma sparute volte possono assumere un colore rosato .La fioritura avviene in concomitanza con la fine dell’inverno e l’inizio della primavera . I frutti sono di forma tondeggiante e di colore scuroIl pieris una pianta ornamentale ottima come singolo esemplare ma ancora pi d’effetto per creare delle magnifiche bordature .
pieris <strong>japonica</strong> variegato

pieris <em>japonica</em> fiore Il pieris non ama particolarmente l’esposizione diretta e costante alla luce del sole , preferisce meglio le postazioni semiombreggiate con poche ore di esposizione diretta preferibilmente nelle ore pi fresche della giornata . Questo arbusto va , quindi , tenuto a mezz’ombra nei mesi pi caldi dell’anno . In inverno il pieris vive molto bene infatti non temono assolutamente il freddo anche se bisogna fare attenzione a proteggere la pianta dalle gelate

pieris japonica purity L’annaffiatura deve essere effettuata cominciando dall’inizio della primavera fino ad autunno innoltrato , quindi dal mese di marzo fino ad ottobre . Una particolare attenzione all’annaffiatura deve essere data se l’arbusto si dovesse imbattere in periodi siccitosi .

Comunque fare attenzione a non rendere , con le annaffiature , il terreno eccessivamente umido . Bisogna infatti fare in modo che tra un’annaffiature e l’altra il terreno rimanga appena umido .Stesso discorso vale per il periodo invernale nel caso in cui le piogge non dovessero essere sufficienti .

pieris japonica Il pieris ama un terreno particolarmente fertile ricco di materiale organico , deve essere molto ben drenato ma nel contempo abbastanza fresco e sufficientemente umido ma non eccessivamente .

Questo arbusto , inoltre , deve vivere in un terreno spiccatamente acido . Per creare il suo terreno ideale si dovr usare della torba con non molta sabbia e del terriccio composto con delle foglie .La concimazione deve essere effettuata verso il periodo autunnale . Essa dovr essere effettuata interrando una buona quantit di concime organico abbastanza maturo o in alternativa si potr optare per un concime a lento rilascio

La moltiplicazione del pieris pu essere effettuata in tre modi : per seme , talea e propagine .

Il metodo pi semplice rimane quello per propagine . La moltiplicazione per propagine deve essere fatta verso settembre . Bisogna piegare un ramo , scegliere il pi giovane , e piegandolo fino a terra verr fissato con molta cautela ma nel contempo in modo da stabilizzarlo in quella posizione .In questo modo il ramo dovrebbe radicare senza problemi . Una volta che il processo di radicazione compiuto bisogner attendere un paio d’anni per avere la certezza che l’attecchimento- sia avvenuto completamente e nelle migliori condizioni . Dopo aver appurato questo la nuova pianta potr essere recisa e messa a dimora .Per la moltiplicazione mediante seme bisogner piantarlo in terreno aperto durante il periodo primaverile .Infine l’ultimo metodo preso in considerazione per talea . La talea dovr essere prelevata verso la fine dell’estate , indicativamente verso agosto , da rami quasi maturi . La porzione di ramo da recidere dovr essere di una lunghezza di una decina di centimetri . Una volta prelevata la talea sar opportuno piantarla nella sabbia mantenendola in un ambiente fresco ed umido fino all’avvento della primavera . Verso aprile , infatti , le talee , una volta terminato il processo di radicazione , dovranno essere trapiantate in vasetti massimo di dieci centimetri . Questi dovranno essere riempiti con una miscela in parti uguali di torba e terriccio formato da foglie . Per mettere a dimora le nuove piantine sar comunque meglio aspettare due anni e tenerle al riparo il pi possibile dal freddo .

pieris Japonica variegata Il pieris teme alcune tipologie di attacchi che vengono perpetuati contro questo arbusto . In particolare i pi dannosi sono il marciume radicale e la clorosi ferrica mentre non ha problemi dal punto di vista dei parassiti .

Il marciume radicale favorito da un ambiente particolarmente umido . La pianta non ha una crescita regolare abbinata con ingiallimento ed avvizzimento delle foglie .Se la pianta vive in vaso bisogner combiare immediatamente tutto il terreno ed agire con un fungicida specifico .La clorosi ferrica , invece , una carenza sintesi clorofiliana dovuta da insufficiente apporto di ferro . Le foglie di una pianta affetta da clorosi appaiono giallognole e decisamente inferiori a piante non ammalate . Usare abbondantemente del concime a base di chelati di ferro .

Guarda il Video



  • pieris


    pieris

    I pieris (raggruppati un tempo nel genere Andromeda) sono arbusti sempreverdi, di media o piccola grandezza, diffusi sop
    visita : pieris




  • japonica


    japonica

    Il genere camellia riunisce circa un centinaio di specie di arbusti sempreverdi, originari dell’Asia centrale e meridion
    visita : japonica



Alphakey