Radici pino – Domande e risposte giardino

Posted on

7 May 2012 | 7:45 am

Vivo in una zona di mare, ho un giardino molto grande organizzato con alberi da frutto, palme e piante ornamentali. Da un pò di tempo ho in mente di piantare qulche pino (marittimo ad esempio), ma ho timore per le radici superficiali, sebbene tutti i mie vicini abbiano pini molto prossimi alla loro abitazione e a muri di cinta, e non riportano problemi, se non quelli degli aghi. Esistono varietà di pino le cui radici non sono superficiali ma vanno in profondità? Inoltre tali specie possono coesistere con alberi da frutto, oppure è meglio tenere gli alberi da frutto e le altre piante il più lontano possibile dai pini?Grazie
radici di pino

Gentile Mario buongiorno e grazie per aver scritto all’esperto di giardinaggio.net. Purtroppo dobbiamo darle subito una brutta notizia riguardo alla possibilità di piantare piante del genere pinus nel suo giardino, in quanto tutte le piante del genere pinus hanno un apparato radicale fascicolato. Sia che lei sia intenzionato a piantare pino marittimo (Pinus pinaster) che pino domestico (pinus pinea) che pino nero o altri pini endemici del sud Italia (per esempio il pino d’Aleppo) dovrà fare i conti con le loro radici fascicolate, sviluppate più in larghezza che in profondità. Se proprio vuole piantare dei pini nel suo giardino potrebbe farlo in una posizione che disti almeno 4-5 metri da infrastrutture e muretti, per evitare che le radici sviluppandosi compromettano la stabilità delle costruzioni.

Le piante più simili ai pini che potrebbe piantare nel suo giardino in quanto hanno un apparato radicale fittonante sono i cipressi. Il cipresso ed il cipresso americano sono delle piante ornamentali che hanno un apparato radicale che cresce in profondità senza intaccare la stabilità delle costruzioni circostanti. Non è un caso se il cipresso è una delle piante più utilizzate nei cimiteri: grazie ad una crescita fittonante delle radici lascia indisturbate le bare e le lapidi dei defunti presenti al campo santo.Un altro genere simile ai pinus che ha un apparato radicale intermedio fra il fittonante ed il fascicolato è il cedro. La crescita delle radici del cedro inizialmente è fittonante, con un fittone che si sviluppa sino ad 1,5 metri in profondità, dopo di che l’apparato radicale inizia a svilupparsi lateralemente attraverso la produzione di numerose radici laterali.Infine un consiglio riguardante la coesistenza di piante da frutto e pini. Le piante da frutto quando vengono coltivate a scopo produttivo hanno quasi sempre altezze ridotte è rami il più possibile aperti al sole ed alti quanto basta per rendere agevoli le operazioni di raccolta dei frutti (massimo 2 metri). Queste piante hanno spesso bisogno di luce in abbondanza per poter portare a maturazione i propri frutti. Di conseguenza abbinando piante da frutto e pini il risultato sarebbe una mancanza di luce per le piante da frutto e di conseguenza una scarsa produttività delle stesse. Se proprio si vogliono abbinare queste due tipologie di piante si devono mantenere delle distanza ragguardevoli tra i pini e le piante da frutto (la distanza deve essere pari ad almeno 1 volta e mezza l’altezza del pino a maturazione).

Guarda il Video



Alphakey

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *