Rapunzia – fitoterapia – Usi della rapunzia

Posted on

7 September 2011 | 12:03 pm

La Rapunzia una pianta molto diffusa per il suo potenziale decorativo, ma anche un’efficace pianta medicinale utilizzabile in fitoterapia. Nota anche come meraviglia d’Egitto o stella della sera, una pianta erbacea che presenta vistosi fiori gialli, in grado di ravvivare qualsiasi giardino. Si tratta di una pianta originaria del Nord America, ma adatta crescere e svilupparsi anche sul territorio italiano. Offre dunque un aspetto gradevole e di impatto, facilit di coltivazione ed efficacia fitoterapica. Come germogliazione naturale si pu trovare lungo corsi d’acqua e in luoghi soleggiati. La principale peculiarit della rapunzia riguarda i fiori, che sopra al fusto eretto e tra le foglie lanceolate sbocciano alla sera per poi rimanere aperti due notti. Da qui, il nome di stella della sera, da non confondere invece con i fiori della bella di notte, dalle caratteristiche simili per quanto riguarda l’aspetto ma non per quanto riguarda l’applicazione in fitoterapia. Si tratta di una pianta particolarmente estiva, in quanto fiorisce in estate a partire dal mese di luglio fino al mese di settembre inoltrato. Il suo impiego in ambito fitoterapico riguarda principalmente le sue propriet sedative, diuretiche, anche spasmodiche e astringenti. L’efficacia della punta, unita al suo gradevole aspetto, sono le principali caratteristiche che rendono la rapunzia una pianta estremamente diffusa per la coltivazione domestica, nonch, ormai, una germogliazione naturale in molti luoghi d’Italia.

Rapunzia

RapunziaCome molte altre piante officinali, i principali benefici apportati dalla rapunzia riguardano effetti sedativi, antispasmodici e astringenti, che la rendono adatta all’utilizzo per la cura dei disturbi del tratto digerente e intestinale. L’assunzione della rapunzia pu infatti aiutare a riequilibrare le corrette funzionalit dell’organismo. Contrariamente a molte altre piante, per, delle quali si utilizzano solamente radici o solamente fiori, in questo caso tutte le parti della rapunzia sono ricche di principi attivi, per cui vengono utilizzati indifferentemente fiori, foglie, radici. L’utilizzo pu avvenire sia per uso interno che per uso esterno. Quest’ultimo caso riguarda anche trattamenti non propriamente legati alla fitoterapia ma alla cura di inestetismi, come comedoni e acne. La rapunzia contribuisce infatti a rendere la pelle liscia e priva di impurit. Per quanto riguarda il consumo interno, esso pu avvenire tramite la realizzazione di tisane e infusi, unendo magari fiori e foglie di rapunzia ad altri ingredienti provenienti da altre piante officinali, per una maggiore efficacia. Molto diffusi anche i decotti, efficaci e semplici da prepararePerfino i semi si rivelano un’importante risorsa: dalla loro spremitura si pu infatti ottenere un olio ricco di acido gamma linolenico, che funziona come potente antinfiammatorio e pu essere alla base di prodotti fitoterapici realizzati a tale scopo. Infine, la rapunzia si fa strada anche tra i fornelli: le sue radici hanno un ottimo sapore e possono essere consumate lesse, in insalata o anche fritte.

  • Aloe per i capelli

    aloe per i capelli Tante volte, senza nemmeno rendercene conto, abbiamo usato allinterno della nostra cucina o come rimedi domestici le propriet benefiche di diverse piante, fidandoci delle tradizioni popolari.Luti…

  • Serenoa repens

    serenoarepens1 La Serenoa repens, conosciuta comunemente come Palmetto della Florida, una palma nana che cresce prevalentemente nel Sud Est degli Stati Uniti. Appartiene alla famiglia delle Palmaceae e raggiunge a…

  • Spinacio

    spinaci2 Lo spinacio, nome completo Spinacia Oleracea, un ortaggio conosciuto fin dallantichit ed introdotto in Europa a partire dallanno mille per opera degli Arabi. Appartiene al genere delle piccole pi…

  • Timo

    timo1 Il timo un piccolo arbusto aromatico che cresce praticamente in tutto il mondo. In Italia lo si pu trovare ovunque, sia coltivato che come pianta spontanea. Dalla pianura e fino ad altitudini di 80…

RapunziaNonostante sia originaria del Nord America, la rapunzia si trova ormai anche come germogliazione spontanea sul suolo italiano, complice il clima e la presenza di tipi di terreno ad essa favorevoli. La rapunzia cresce infatti prevalentemente in luoghi soleggiati e necessita di terricci umidi, misti a sabbia e ben drenanti. Per questo motivo possibile trovarla allo stato naturale nei pressi di corsi d’acqua, mentre per la coltivazione domestica necessita di periodiche e regolari innaffiature. Non sono invece necessarie particolari operazioni di concimazione, anche se possibile utilizzare, se desiderato, concime granulare a lento rilascio specifico per fiori. Per dare vita alla coltivazione possibile utilizzare i tuberi della pianta da piantare nel terreno o invaso. In alternativa possibile affidarsi alla messa in terra direttamente dei semi, da compiere a inizio primavera, per avere la prima fioritura gi nel corso dell’estate.

RapunziaEssendo diffusa prevalentemente come pianta ornamentale, la rapunzia si pu acquistare solitamente sotto forma di pianta gi cresciuta, tuberi o semi da piantare nel vaso o nel terreno. Dalle piante possibile ricavare in modo autonomo infusi, tisane e decotti, efficaci sull’apparato intestinale. Ad ogni modo, in ambito fitoterapico possibile trovare anche prodotti lavorati a base di rapunzia. Si pu trattare di sedativi e analgesici, oppure tisane, infusi e decotti che presentino un mix di erbe medicinali, per una maggiore efficacia e miglior sapore. Qualora si possegga una coltivazione propria, possibile utilizzare le radici non pi utili anche in ambito culinario. Comunque benefiche per il tratto digerente e intestinale, in questo caso le radici costituiscono principalmente una leccornia dal sapore delicato, ideali per l’insalata o anche da consumare fritte, per un pasto originale e sano allo stesso tempo.


Alphakey