Sambuco – Sambucus nigra – Alberi

Posted on

8 October 2010 | 2:41 pm

Il sambuco, nome comune per sambucus, appartenente alla famiglia delle Caprifoliacee, un arbusto a crescita spontanea, assai comune nella nostra flora e tipico all’interno di boschi o in luoghi selvatici. Proprio come albero selvatico, il sambuco ha una distribuzione variegata lungo siepi o terre incolte: non arriva mai a grandi altezze, va dai 2 ai 4 metri, ha bisogno di un’esposizione in piena luce, mentre nei boschi trova il riparo dell’ombra grazie alla presenza degli alberi pi grossi. Un grosso aiuto per la sua moltiplicazione in natura arriva dagli uccelli, attratti dalle bacche color porpora e lucenti di quest’albero di cui vanno ghiotti: mangiano i frutti, contribuendo a rilasciare i semi anche a molti chilometri di distanza dalla pianta da cui si sono nutriti. Il sambuco dunque un arbusto di non grosse dimensioni, a crescita rapida. Va coltivato in cespugli, da tagliarsi al piede oppure da radere al suolo anno dopo anno, alla stagione primaverile. Quest’albero una pianta rustica dal buon valore ornamentale, grazie alla sua fruttificazione rossa – presente nella specie racemosa – o alla presenza di rami con midollo bianco, arricchiti dai fiori dalla buonissima fragranza e dal colore biancastro nella specie di sambucus nigra – che formano ampi corimbi che ottimamente vanno a contrastare con il verde lucido del fogliame. Il genere sambucus comprende due sezioni: nella prima viene inserita l’unica specie erbacea del suo genere, il sambucus ebulus, mentre nella seconda si trovano le specie a forma di alberelli o arbusti, come le menzionate racemosa e nigra. Noi andremo ad analizzare il sambucus racemosa, originario di Europa e Asia Occidentale e molto diffuso all’interno di boschi ombrosi dell’Europa, dalla Spagna al Nord Europa, caratteristico per i suoi rami color cannella.
sambucus nigra aurea1

sambucus nigraIl fogliame del sambuco si presenta con un suggestivo colore verde lucido: le foglie sono composte da cinque a sette foglioline dentate, con forma ovale e allungata e molto ristrette in punta in direzione della loro sommit. I fiori hanno colore bianco giallastro. Sono raccolti in grappoli costituiti da numerose ramificazioni e sono tutti pedicellati. I frutti sono raccolti anch’essi in grappoli e stanno in posizione eretta, non curvandosi, durante la maturazione. Hanno una forma globosa e un colore rosso corallo lucente, come detto, una connotazione importante per il valore ornamentale dell’albero.

  • Sambuco

    sambuco frutto Il sambuco comune, chiamato anche con il nome scientifico di Sambucus nigra, fa parte della famiglia delle Caprifoliacee.Si tratta di un arbusto perenne e deciduo, che presenta uno sviluppo estremam…

  • Sambucus nigra

    Pianta di sambuco Il sambucus nigra una pianta angiosperma dicotiledone legnosa appartenente alla famiglia delle Caprifoliacee. Molto diffusa in Europa e in Asia occidentale, cresce prevalentemente nelle aree umide e…

  • gelso

    gelso Il gelso un albero da frutto secolare appartenente al genere Morus e alla famiglia delle Moraceae. E diffuso in Asia, Europa e Nordamerica, ma le sue origini si riferiscono alla Cina orientale e ce…

Si moltiplica facilmente con talee dello stelo, che radicano con estrema facilit. Ma anche per seme o per divisione dei cespi. La pianta, per la sua estrema rusticit, di facile coltivazione e cresce assai rapidamente. E’ consigliabile anche coltivarla come esemplare isolato in giardino, con la possibilit di ricorrere a cimature al fine di mantenere la pianta pi bassa e ottenere con questa tecnica un maggiore valore decorativo.

La sua preferenza va a posizioni soleggiate o a mezzombra Resiste molto bene all’inquinamento atmosferico, e cresce dove mole altre piante ornamentali, a causa di fumi e smog, non riescono a svilupparsi in modo adeguato. Ha buona resistenza anche ai venti salsi.

Per la sua rusticit si adatta facilmente a tanti terreni, preferendo tuttavia quelli pi freschi e di buona qualit, umidi e sufficientemente drenati.

La potatura da farsi ogni tre o cinque anni: il taglio deve essere corto e da effettuarsi all’inizio dell’anno. Come si detto, la pianta cresce a gran velocit ma ha la tendenza frequente a diradarsi. Quindi consigliabile far sviluppare ogni tre anni dei nuovi rami alla sua base.

A scopi ornamentali per la creazione di siepi o piccoli boschi. Ma la sua corteccia, associata ai frutti e ai fiori utilizzata anche per preparare infusi o decotti. La corteccia va raccolta in primavera, oppure in autunno, e l’infuso prodotto con essa ha interessanti propriet diuretiche. I fiori vanno raccolti sul finire della primavera e hanno propriet sia lassative che diuretiche. I frutti si raccolgono sul finire dell’estate e hanno anch’essi propriet lassative.

Per i popoli antichi del Mediterraneo, cos per i greci e per i romani, sambuco era il nome dato a uno dei pi importanti strumenti musicali a corde – definito di barbara origine poich proveniente dall’oriente – proprio perch veniva realizzato con il legno di questo albero, che ha una consistenza dura ed simile a quella del bossolo. Le bacche del sambuco sono commestibile e non molto saporite. Soprattutto nel Nord Europa si usano cotte per cucinare torte e focacce.

Altra specie diffusa il sambucus nigra aurea, o sambuco nero: arbusto di 5 metri di altezza e foglie di colore verde, composte da foglioline picciolate ed ellittiche. I fiori hanno buonissimo odore. Sono a forma di corolla e hanno colore verde, bianco e variegato, nero nella loro maturit – da cui il nome che designa la pianta – e fioriscono tra giugno e luglio. La specie molto nota per le sue propriet medicinali, in virt della possibilit di preparare tisane con i suoi fiori, frutti e la sua corteccia, che hanno effetti benefici per le loro propriet depurative.


  • pianta sambuco


    pianta sambuco

    Il sambuco comune, chiamato anche con il nome scientifico di Sambucus nigra, fa parte della famiglia delle Caprifoliacee
    visita : pianta sambuco




  • albero di sambuco


    albero di sambuco

    Il sambuco una pianta appartenente alla famiglia delle Caprifoliaceae, spontanea in Italia e molto diffusa, rappresent
    visita : albero di sambuco



Alphakey