Tintura madre melissa – tintura madre

Posted on

31 October 2011 | 7:53 pm

Si tratta di una pianta che era gi particolarmente diffusa ai tempi degli antichi greci e degli antichi romani e si caratterizza per essere stata impiegata piuttosto frequentemente nel Medioevo all’interno di tutti quei laboratori officinali che si trovavano nelle abbazie, sopratutto per via delle sue notevoli propriet benefiche e sedative.La pianta di melissa fa parte della grande famiglia delle Labiatae ed particolarmente diffusa, nonostante non cresca spontaneamente, all’interno del vecchio continente.Ad ogni modo, questa particolare pianta ha una peculiarit, ovvero quella di diffondere un tipico aroma di limone, estremamente gradevole.
melissa

tintura madre melissa La tintura madre di melissa particolarmente diffusa in campo fitoterapico nel momento in cui si deve trattare la gastralgia oppure le aerofagie o, ancora, le dispepsie, ma anche esofagiti e infezioni che colpiscono l’apparato intestinale.

La tintura madre di melissa si pu utilizzare sopratutto con quei disturbi che vanno a colpire il sistema nervoso.In primo luogo, quindi, la tintura madre di melissa pu essere indubbiamente molto utile per contrastare tutti gli stati ansiosi oppure che vanno a disturbare il sonno notturno.Ancora, la tintura madre di melissa dimostra tutti i suoi effetti positivi e benefici nel contrastare gli stati di agitazione e di ipereccitabilit.Insomma, tutte quelle situazioni di tensione che sono provocate da una problematica a livello del sistema nervoso possono essere trattate mediante l’utilizzo di tintura madre di melissa, magari associandola ad altri particolari soluzioni o preparati erboristici.Si consiglia anche di impiegare la tintura madre di melissa per il trattamento di tutte quelle dispepsie biliari, per via del fatto che riesce a svolgere un’attivit coleretica e regolatrice della secrezione gastrica, dimostrandosi utilissima anche per curare nausea, gastriti e vomito.

  • Tisane melissa

    tisane melissa La Melissa una pianta particolarmente diffusa ed apprezzata in ambito terapeutico, dal momento che presenta notevoli propriet benefiche e viene impiegata sopratutto per il fatto di essere un ottimo…

Tintura madre melissa Per quanto riguarda le modalit di somministrazione della tintura madre di melissa, dobbiamo sottolineare come si tratti di un preparato erboristico che rispecchia il trattamento consigliato con tutte le altre tinture madri.

In particolar modo, il quantitativo di gocce da assumere di tintura madre di melissa non deve superare il limite fissato a cinquanta, mentre il dosaggio regolare e pi corretto dovrebbe aggirarsi intorno alle trenta gocce, che devono essere diluite all’interno di mezzo bicchiere d’acqua, in maniera tale da poter ridurre anche gli effetti dovuti alla presenza di alcol.Nella maggior parte dei casi, si consiglia di assumere la tintura madre circa due o tre volte nel corso della giornata.Certamente, nel caso in cui non sia abbia molto tempo, si pu anche provare ad assumere un’unica soluzione prima di coricarsi, con cinquanta gocce di tintura madre di melissa che deve essere diluita in un bicchiere di acqua.Quest’ultima soluzione deve essere assunta sempre almeno mezz’ora prima di andare a dormire.Per fare in modo di poter godere degli effetti benefici della pianta di melissa, si consiglia di estendere il trattamento per alcuni mesi.

La tintura madre di melissa si caratterizza per avere notevoli propriet dal punto di vista stomachico e carminativo, che sono presenti sopratutto per merito della concentrazione dei principi amari all’interno della pianta.

Ad ogni modo, la pianta di melissa ha la particolarit di poter garantire anche delle propriet antispasmodiche, antivomitative e calmanti per quanto riguarda tutti quei disturbi che sono, in qualche modo, legati all’insonniaLa melissa si caratterizza per essere un buon rimedio naturale che va a contrastare efficacemente un elevato numero di problematiche a livello del sistema nervoso, che possono frequentemente provocare degli stati di ipereccitabilit e di irritabilit.Alla pianta di melissa si possono ricondurre anche degli effetti e delle propriet a livello antistaminico, cos come antivirali e batteriostatiche.Bisogna anche ricordare come le virt benefiche della melissa si estendono anche a tutte quelle problematiche intestinali e che si manifestano a livello gastrico, oltre che spasmi addominali di differente tipologia, come ad esempio possono essere il colon irritabile o la tradizionale colite.

Melissa La melissa era considerata una pianta particolarmente importante nell’antichit: sufficiente pensare che all’interno della mitologia greca rappresentava una ninfa a cui Rea diede in affido il figlio Zeus, proprio con l’obiettivo di salvarlo dalle grinfie del padre Cronos, che aveva intenzione di ucciderlo.

Melissa ha significato anche quando si fa riferimento ad una particolare dea di Creta, che veniva spesso raffigurata come una figura dalle sembianze di un’ape regina.La pianta di melissa era spesso impiegata dai popoli arabi che, nel corso del decimo secolo, la sfruttavano come un vero e proprio rimedio naturale per combattere la malinconia.Non dobbiamo dimenticare anche come la melissa venga frequentemente chiamata con il nome di Cedronella, ma anche erba limone o erba cedrata, proprio per via del suo caratteristico aroma di limone.

Alphakey

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *