Trapianto abete bianco – domande e risposte giardinaggio

Posted on

28 April 2011 | 10:02 am

Salve,possiedo un’Abies concolor”compacta” adesso venuto il momento dopo 15 anni di cambiargli la posizione x esigenze di spazio.L’altezza della pianta di circa 1,20 -1,30 mt, bella pianta veramente. La mia domanda questa : quante probabilita’ ci sono che il trapianto vada a buon fine? Grazie e SalutiCarlo Cavalli
foto abies concolor

Gentilissimo Carlo, benvenuto nella sezione di approfondimento di giardinaggio.net “Domande e risposte”, il luogo dove potete fare tutte le domande sui fiori e sulle piante che vi passano per la mente. Sicuramente piuttosto difficile stabilire le probabilit di sopravvivenza di una pianta che non abbiamo mai visto e che non sappiamo dove vegeta, di conseguenza ci limiteremo a darle qualche indicazione su come lei pu valutare in autonomia la buona riuscita di un eventuale trapianto. In primis osservi la chioma del suo Abies concolor compacta; se questa si presenta in buone condizioni ovvero priva di macchie senza rami, di un colore intenso e compatta l’albero in buona salute. Essendo una variet “compacta” questa pianta nonstante l’et ha sicuramente mantenuto dimensioni pi ridotte sia nella parte aerea che nella parte epigea (radici) e questo potrebbe facilitare non di poco le operazioni di trapianto. L’abete bianco una conifera che fa radici anche molto profonde nel suolo e quindi lo scavo dovr andare molto in profondit. L’apparato radicale fittonante dell’abete bianco potrebbe essere uno degli ostacoli principali al trapianto di questa specie, di conseguenza le consigliamo di porre particolare attenzione nella fasi di scavo e di fare una buca che vada molto in profondit (almeno quanto l’altezza del suo abies consolor compacta). Durante gli scavi stia abbastanza lontano dal fusto della pianta cercando di mantenere tale distanza anche scendendo negli strati pi bassi del suolo. Un ottimo accorgimento quello di lasciare inalterato il pane di terra nel quale sono cresciute le radici e le radichette dell’abete bianco, per evitare di alterare gli equilibri che si sono instaurati tra gli apici radicali ed il terreno limitrofo; sono infatti le radici pi piccole, le radichette, ad occuparsi principalmente dell’assorbimento e non le radici grandi, le quali hanno funzione principale di sostegno. Adottando questi basilari accorgimenti le probabilit di sopravvivenza del suo abies concolor aumenteranno sensibilmente. Trapiantare una pianta gi adulta sempre un’operazione delicata e le consigliamo come periodo migliore la primavera (aprile-maggio) oppure il primo autunno (settembre).

Guarda il Video



Alphakey