Trapianto alberi da frutta – Domande e risposte giardino

Posted on

16 May 2011 | 9:03 am

A settembre inizieranno i lavori di edificazione della nostra casa su uno stupendo terreno terrazzato nella regione del lago di Como, e in cui crescono diversi alberi da frutta che hanno ca 15 anni(pesche, prugno, fico,….) che se non spostati saranno da abattere. Questo mi dispiace molto dato che sono piante sane che producono stupendi frutti. Anche sul terreno vi sono diversi vitigni di uva merlot e bondola di ca 8-14 anni.Ora vorrei sapere se è possibile trapiantare questi alberi da frutta e questi vitigni, come fare e qual è il periodo migliore.Grazie mille per la disponibilità!Patrizia
foto piante da frutto

Gentile Patrizia, benvenuta nella sezione di giardinaggio.net nella quale i visitatori possono proporre le proprie domande e ricevere un parere dagli esperti della redazione. Per quanto riguarda il trapianto delle sue piante da frutta iniziamo la risposta rassicurandola: il trapianto è possibile. Le sue piante sono ancora abbastanza giovani e dovrebbero reagire bene al trapianto anche se in quest’operazione sarà opportuno utilizzare degli accorgimenti. Il trapianto è un’operazione delicata, le cui probabilità di successo diminuiscono linearmente con l’aumentare degli anni della pianta. Tuttavia quindici anni per una pianta da frutto sono un’età accettabile e quindi non ci dovrebbero essere dei problemi in questa operazione.

Il primo accorgimento da tenere durante gli scavi è ridurre al minimo la possibilità di rottura delle radici cercando di scavare lontani dal tronco ed andare in profondità prima di chiudere lo scavo verso il tronco. La parte attiva delle radici, quella che contribuisce all’assorbimento degli elementi nutritivi, si trova infatti nei piccolissimi apici radicali ed evitandone la rottura aumentiamo la probabilità di successo del trapianto e riduciamo gli stress per la pianta. Un’altro accorgimento da tenere nel posizionamento e nell’interramento delle piante è posizionare il colletto (la parte dove inizia il fusto) alla giusta altezza, cioè ne troppo basso ne troppo alto rispetto al livello del terreno circostante. Il periodo migliore per effettuare il trapianto è l’autunno perché è il periodo dell’anno che assicura maggiore stabilità per quanto riguarda temperatura e disponibilità idrica. In autunno infatti le temperature sono stabili e le piogge frequenti ma soprattutto gli sbalzi termici ed i fenomeni improvvisi (gelate, temporali, grandinate) sono meno probabili. Le consigliamo vivamente la seconda metà di settembre come periodo ideale per effettuare il trapianto, in modo tale che la pianta abbia un po’ di tempo per insediasri nel nuovo terreno e prepararsi al successivo inverno.

Guarda il Video



Alphakey