Zucchini – Cucurbita – ortaggi

Posted on

7 March 2011 | 5:19 pm

Lo zucchino un interessante ortaggio, coltivato sia in orti industriali che in orti familiari ma anche in serre, luoghi in cui si riescono a produrre variet comunque gustose di primizie o tardizie. Viene utilizzato come condimento, in compagnia di altri cibi, soprattutto pesci o sughi, ma anche da solo, ripieno, oppure bollito o al vapore, a rappresentare un ottimo alimento, ricco di vitamine e sali minerali e assai povero di calorie. Un sapore delicato e particolarmente amato si ha nella parte pregiata del fiore, che si consuma soprattutto fritta. Lo zucchino appartiene alla famiglia delle Cucurbitacee ed classificato con il termine di cucurbita pepo. Come accade per le altre piante della famiglia, anche lo zucchino predilige di gran lunga temperature calde, anche in virt delle sue origini in zone a clima tropicale. Si segnala infatti che a temperature anche non rigide, che arrivino a dieci gradi circa, la pianta facilmente bloccher la sua crescita. In caso di climi ancor pi rigidi nei primi tempi di vita pressoch certo che verr compromessa la sua coltivazione. Il clima migliore per garantirne uno sviluppo rigoglioso prevede una temperatura che si aggiri intorno ai 18 gradi nella notte e di 25 gradi circa durante la giornata. Caratteristica dello zucchino inoltre la sua sete di acqua, dal momento che la pianta ne consuma molta durante le fasi del suo sviluppo. Dal momento che lo zucchino necessita di climi caldi per una crescita adeguata, si pu adattare ad una coltivazione in piena terra soltanto per i periodi a clima mite, dalla stagione primaverile a quella estiva, in luoghi possibilmente protetti e con un buona esposizione.

Zucchino

Il terreno preferito dallo zucchino un terreno fertile, profondo e di medio impasto, ricco di sostanza organica e ben poco asfittico.

  • Coltivazione zucchine

    Rigogliose piante di zucchine Nella coltivazione delle zucchine non difficile avere successo se si rispettano alcune condizioni e si seguono alcune regole fondamentali. La pianta di zucchino come tutte le Cucurbitacee molto ri…

Lo zucchino ha dunque bisogno di una buona quantit di letame: 4 quintali circa per 100 metri quadrati di coltivazione saranno sufficienti.

Lo zucchino si associa assai favorevolmente alla cipolla o al fagiolo rampicante. Decisamente consigliabile sar non bissare una coltivazione di zucchini nel medesimo campo prima che siano trascorsi almeno due anni . Sconsigliato anche operare su un terreno sul quale siano state prima coltivate piante appartenenti alla famiglia delle solanacee o delle leguminose, oppure altre cucurbitacee.

Si pu operare in semenzaio tra i mesi di marzo e quelli di aprile cos da ottenere un raccolto molto prima che in pieno campo. Si posizionano i semi all’interno di vasetti di torba o anche in blocchi di terriccio e la distanza tra una pianta e l’altra dovr essere pi o meno di 10 centimetri. Si segue con la definitiva messa a dimora quando non saranno cessate le possibilit di gelate e le piantine in crescita avranno sviluppato almeno 4 foglie vere. Qua la distanza tra le piante nella stessa fila o tra una fila e l’altra dovr essere di circa un metro e 20 centimetri. Per quanto riguarda la semina in pieno campo si opera invece dal mese di aprile fino alla fine di maggio in postarelle che abbiano una profondit di circa una quindicina di centimetri e un diametro di 40-45 centimetri. All’interno delle postarelle saranno collocati almeno 3 semi ad una distanza di una decina di centimetri e si procede con il successivo diradamento allorch le piccole piante abbiano emesso la seconda foglia, cos da lasciare una sola pianta in ogni postarella. Nella semina in pieno campo sono necessari circa tre grammi di seme ogni 10 metri quadrati di campo.

E’ consigliabile alle volte intervenire con un’opportuna cimatura nei rami laterali nel momento in cui abbiano superato una lunghezza di mezzo metro circa, in modo tale da favorire l’emissione e lo sviluppo di getti laterali.

L’annaffiatura va fatta in seguito al trapianto o alla semina e nelle stagioni pi calde. Lo zucchino, si detto, molto esigente in fatto di umidit e ha bisogno che almeno 20-25 centimetri di terreno in profondit siano tenuti umidi con continuit.

I pericoli pi comuni per lo zucchino sono rappresentati dagli attacchi di afidi che causano danni alle foglie come il loro appassimento e successive virosi. Per intervenire sul problema agire con un macerato di ortica o diffusione di cenere di legna o farine di roccia. Se dopo l’infestazione di afidi fa la sua comparsa il cosiddetto virus del mosaico sar necessario bruciare le piante che hanno subito l’attacco. Un altro pericolo l’oidio che porta alla comparsa di macchie biancastre sulle foglie con conseguente disseccamento.

A scalare, si effettua quando il fiore all’apice del frutto pronto a schiudersi. Nel momento in cui le piante sono nel periodo di produzione piena si dovr raccogliere ogni giorno, cos da non indurire troppo la buccia dei frutti. Una pianta in ottimo sviluppo potr produrre anche 7 kg di frutto.

Le variet pi comuni di zucchino sono lo zucchino verde di Milano, caratterizzato da un colore verde chiaro, e forma a volte incurvata. Lo store’s green, pi dritto e con un colore verde pi scuro e la cucuzzella striata d’Italia, con un verde vicino al verde di Milano, con particolari striature bianche e forma pi tondeggiante.

Guarda il Video


Alphakey